I requisiti per partecipare al Bando Estate INPSieme

Negli anni 2019 e 2018, il bando fissava dei requisiti ben precisi per coloro che aspiravano alla borsa di studio INPS Estate INPSieme.

Anche per l’anno 2020, il bando di concorso si rivolge ai figli o orfani ed orfani equiparati:

  • dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • dei pensionati utenti della gestione dipendenti pubblici;
  • degli iscritti alla gestione fondo Ipost.

Per partecipare al Bando per i Soggiorni Studio in Italia i ragazzi dovranno stare frequentando nell’anno scolastico 2019/2020 la scuola primaria (scuola elementare), la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e, in caso di studenti disabili, ex art. 3, commi 1 e 3, della legge 104/92 o invalidi civili al 100%, la scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore).

Per partecipare al Bando per i Soggiorni Studio all’Estero i ragazzi dovranno stare frequentando nell’anno scolastico 2019/2020 la scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore) e non potranno avere compiuto i 23 anni di età. Inoltre i ragazzi che vorranno andare all’Estero non potranno avere già beneficiato nel corso degli anni scolastici 2018/2019 e 2019/2020 del Programma Itaca e nemmeno dei contributi INPS per i “Corsi di lingua all’estero 2020

Di conseguenza gli studenti più piccoli non potranno partecipare al Bando per l’Estero, ma dovranno aspettare qualche anno.

Quante borse di studio verranno erogate?

Mentre stiamo scrivendo, non sappiamo se il Bando verrà confermato anche per l’anno 2020 e di conseguenza non è noto il numero di contributi che verranno erogati.

Possiamo però dire che nell’anno 2019 l’INPS ha riconosciuto 12.020 contributi per i Soggiorni Studio in Italia suddivisi in relazione alla scuola
frequentata, al la differente durata del soggiorno e alla Gestione di appartenenza del titolare del diritto.

Per i Soggiorni Studio all’Estero invece, sempre nell’anno 2019, sono stati erogati ben 22.930 contributi, sempre da suddividere in base alla scuola
frequentata e alla Gestione di appartenenza.

Questo indica il grande interesse che INPS dimostra nei confronti dei Soggiorni Studio all’Estero, ritenuti un momento fondamentale di crescita nella vita di uno studente.

Leggi l’articolo: Quando uscirà il Bando Estate INPSieme 2020?

Leggi l’articolo “Come presentare la domanda per il Bando Estate INPSieme 2020”

Come verranno stabiliti i vincitori dei contributi INPSieme?

Una volta chiusa la fase di invio della domanda, l’INPS esaminerà le pratiche inviate e stilerà una graduatoria in base al punteggio ottenuto.

In generale, per i Soggiorni Studio in Italia , l’INPS darà priorità agli studenti disabili ai sensi della legge 104/92 (art. 3, commi 1 e 3) e agli studenti invalidi civili al 100%. Dopodiché verrà data priorità a chi non ha beneficiato del contributo nei due anni precedenti (ovvero anno 2018 e/o 2019). Infine, i partecipanti verranno graduati in ordine crescente in base alla somma tra indicatore ISEE e media scolastica.

Anche per i Soggiorni Studio all’Estero il calcolo del punteggio avviene in modo simile, ma con qualche differenza sostanziale rispetto ai Soggiorni Studio in Italia. Per il Bando dell’Estero infatti, viene data la prima priorità agli studenti invalidi civili al 100% che verranno ordinati per ISEE crescente. In secondo luogo verrà data priorità agli studenti disabili, ai sensi dell’art. 3 comma 1 della legge 104/92 e studenti con disturbi dell’apprendimento o con bisogni educativi speciali (purché certificati). Infine verrà data priorità agli studenti che hanno ottenuto la promozione nell’anno 2018/2019. All’interno di ognuna di queste categorie, i potenziali beneficiari verranno ordinati per ordine crescente in base alla somma tra la media dei voti dell’anno scolastico precedente e il punteggio corrispondente alla classe ISEE.

Nel prossimo articolo analizzeremo nel dettaglio i fattori che portano a stabilire il punteggio e le classi ISEE.

NON PERDERTI NEANCHE UN AGGIORNAMENTO, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *