Le graduatorie del Bando Estate INPSieme per l’Italia

Un tema sicuramente appassionante è quello dei punteggi attribuiti ai vari partecipanti dei Bandi Estate INPSieme per i Soggiorni Studio Italia e Soggiorni Studio Estero e delle relative graduatorie che determinano i vincitori delle Borse di Studio 2020.

In particolare, negli anni passati 2019 e 2018, molti utenti si domandavano quanti punti erano necessari per risultare vincitori dei bandi Estate INPSieme. Ma spesso ad essere ancora meno chiaro era il sistema di calcolo dei punteggi adottato dall’INPS e descritto all’interno dei bandi in maniera giudicata da alcuni poco trasparente. Cercheremo quindi di fare un po’ di chiarezza in modo che ognuno possa capire cosa aspettarsi dal concorso Estate INPSieme 2020 in base alla sua personale situazione.

Innanzitutto dobbiamo distinguere tra il bando ex- INPDAP per i Soggiorni Studio in Italia e quello per i Soggiorni all’Estero. In questo articolo ci concentreremo sul primo.

Divide et impera

Nel 2019 sono stati erogati 12.020 contributi per i Soggiorni Studio in Italia, una cifra senza dubbio considerevole. Tuttavia, questa somma totale è da suddividere su ben 8 graduatorie. Infatti, gli studenti delle scuole elementari “gareggiavano” in una graduatoria separata rispetto ai loro compagni della scuole medie. Per essere precisi, gli studenti di prima media partecipavano insieme agli studenti delle elementari, mentre quelli di seconda e terza media partecipavano insieme agli studenti delle scuole superiori riconosciuti disabili .

Inoltre, esiste una graduatoria separata per le richieste di contributo per i soggiorni di 8 giorni rispetto ai soggiorni di 15 giorni. Infine, i figli dei dipendenti delle Poste Italiane soggetti al fondo IPOST hanno diritto ad una graduatoria separata. Questo significa che ci sono ben 23 combinazioni possibili, ovvero 8 graduatorie separate.

Soggiorno Studio di 8 giorni o di 15…perché scegliere subito?

Uno dei più classici errori per chi partecipa al bando Estate INPSieme per i soggiorni Studio in Italia è quello di scegliere in anticipo se il proprio soggiorno durerà 8 giorni o 15 giorni e partecipare ad un solo concorso. E’ sicuramente una strategia consigliabile quella di partecipare ad entrambi i concorsi ed esprimere la propria preferenza tra i soggiorni di 8 e 15 giorni in fase di trasmissione della domanda (Leggi Come presentare la domanda per il Bando Estate INPSieme 2020), cosa che di fatto permette di partecipare ad entrambe le graduatorie aumentando la probabilità di vittoria. Nel caso in cui la tipologia di soggiorno scelta quale prima opzione non sia assegnabile per via del posizionamento in graduatoria, il partecipante sarà collocato nella graduatoria riferita ai soggiorni di durata pari a quella indicata nella seconda opzione.

Grafico che mostra il rapporto tra i contributi per l'Estate INPsieme 2019 erogati per i soggiorni in Italia rispetto alle richieste pervenute.
Questo grafico, valido per il Bando Estate INPSieme 2019, non deve trarre in inganno. Non dovendo scegliere a quale dei due concorsi partecipare in maniera definitiva, ma anzi partecipando ad entrambi, abbiamo statisticamente più probabilità di vincere.

Se lavori alle Poste comincia a preparare le valigie

Se sei tra i fortunati che beneficia del ricco fondo IPOST, rilassati. Abbiamo infatti un grafico (valido per il Bando Estate INPSieme 2019) per te che ti migliorerà sicuramente la giornata:

Grafico che mostra il rapporto tra i contributi per l'Estate INPsieme 2020 erogati per i soggiorni in Italia rispetto alle richieste pervenute-

Il grafico mostra che nel 2019 tutti i figli dei dipendenti beneficiari del fondo IPOST della scuola primaria sono riusciti a vincere il contributo. Questo perché nella graduatoria per i 15 giorni i contributi potenzialmente erogabili da Bando erano parecchio maggiori rispetto agli effettivi richiedenti. Una situazione simile si è verificata anche per le scuole secondarie, dove i beneficiari del fondo IPOST hanno vinto nel 99% dei casi.

Un po’ meno rosea è la situazione per il fondo GDP, ovvero della gestione dei dipendenti pubblici dove la probabilità di successo era sempre inferiore al 50%.

Il punteggio ISEE

Un concetto chiave del bando Estate INPSieme 2019 per l’Italia che ci verrà utile nel prosieguo dell’articolo è quello del punteggio derivante dall’indicatore ISEE. Per ora ci basta sapere che l’INPS assegna ad ogni fascia ISEE un certo punteggio in base ad una tabella contenuta sul bando. Per il 2019 la tabella era:

INDICATORE ISEEPUNTI
fino a 8.000,00 euro5,5
da 8.000,01 a 16.000,00 euro5
da 16.000,01 a 24.000,00 euro4,5
da 24.000,01 a 32.000,00 euro4
da 32.000,01 a 40.000,00 euro3,5
da 40.000,01 a 48.000,00 euro3
da 48.000,01 a 56.000,00 euro2,5
da 56.000,01 a 64.000,00 euro2
da 64.000,01 a72.000,00 euro1,5
da 8.000,01 a 16.000,00 euro5
fino a 8.000,00 euro5,5
oltre € 72.000,01 euro1

La stesura della graduatoria

A questo punto cerchiamo di capire come l’INPS assegna i punteggi alle domande di contributo per i Soggiorni Studio in Italia per poi stendere le graduatorie. Innanzitutto cominciamo con il dire che il metodo di stesura delle graduatorie delle scuole elementari (a cui ricordiamo che si aggiungono anche gli studenti di prima media) è diverso rispetto a quello delle graduatorie delle scuole medie e superiori.

Scuole primarie e prima media

Per stendere le graduatorie per gli studenti delle elementari, come da Bando Estate INPSieme 2019 viene data “priorità assoluta” agli studenti disabili (riconosciuti dalla legge 104/92 all’articolo 3 commi 1 e 3) e agli studenti invalidi civili al 100%. Questo, in parole povere, significa che l’insieme di questi studenti (lo chiameremo classe A per comodità) verrà sistemato per primo nelle graduatorie.

A questo punto viene data una seconda priorità agli studenti che non hanno beneficiato nei due anni precedenti dei contributi Estate INPSieme. Questo insieme di studenti lo chiameremo per semplicità classe B.

Infine ci sono tutti gli altri studenti, cioè coloro che non sono disabili o invalidi e hanno già beneficiato del contributo in uno dei due anni precedenti. Questa classe di studenti la chiameremo classe C.

In ciascuna classe (A, B e C), gli studenti verranno ordinati in base ai punti derivanti dall’indicatore ISEE (vedi sopra). Se il sistema non dovesse trovare un’attestazione ISEE lo studente verrebbe “squalificato” dalla classe, ed entrerebbe in una quarta classe, che chiamiamo classe D.

La graduatoria quindi non sarà altro che l’unione delle classi A, B e C ordinate. Dopo la classe C ci saranno gli studenti della classe D, ordinata in base all’età anagrafica (senso decrescente).

Questo logicamente significa che basta che uno studente della classe B sia riuscito a vincere il bando per concludere che tutti gli studenti della classe A hanno vinto il contributo. La stessa cosa vale per la classe B e C. Capirete quindi che non avere beneficiato del contributo nei due anni precedenti rende estremamente più probabile vincere una graduatoria della Scuola primaria.

Scuole medie e superiori (eccetto la prima media)

Per stendere le graduatorie degli studenti più grandi (delle scuole medie e delle scuole superiori con disabilità), l’INPS adotta un procedimento un po’ diverso poiché entra in scena il concetto di merito scolastico che vedremo diventerà un vero cavallo di battaglia nei Soggiorni Studio all’Estero.

La priorità “assoluta” da Bando verrà data agli studenti disabili riconosciuti dalla legge 104/92 all’articolo 3 comma 3 e agli studenti invalidi civili al 100%. L’insieme di questi studenti lo chiameremo classe A.

In secondo luogo l’INPS guarda agli studenti con disabilità riconosciuta dall’art. 3 comma 1 della legge 104/92 e agli studenti con bisogni educativi speciali (BES) o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). Inutile dire che questi disturbi devono essere certificati dalla ASL competente e che tale certificazione andrà allegata alla domanda (Leggi Come presentare la domanda per il Bando Estate INPSieme 2020). Questi studenti andranno a comporre la classe B, che verrà ordinata in base al solo punteggio ISEE (ovvero con lo stesso criterio delle graduatorie per le scuole elementari).

In terzo luogo l’INPS darà priorità a gli studenti non appartenenti alle precedenti classi che risultano promossi nell’anno scolastico 2018/2019 e che non hanno beneficiato dei contributi Estate INPSieme nei due anni precedenti. Questi studenti fanno parte della classe C.

Gli studenti promossi nell’anno scolastico 2018/2019 ma che hanno già usufruito del contributo nei due anni precedenti andranno a comporre la classe D.

Infine rimangono i bocciati nell’anno 2018/2019: coloro che non hanno usufruito del contributo nei due anni precedenti andranno in classe E, gli altri in classe F.

Le classi A, C, D, E ed F verranno ordinate in base ad un punteggio ottenuto dalla somma algebrica tra la media aritmetica dei voti dell’anno scolastico 2018/2019 e il punteggio ISEE. Se il sistema non trovasse una dichiarazione ISEE attribuirà al partecipante i punti della fascia ISEE massima.

La classe B invece verrà ordinata solo in base ai punti derivanti dalla fascia ISEE. Tuttavia è bene sapere che i posti della classe B sono limitati dal bando. Questo significa che se gli studenti della classe B (ovvero che presentano disabilità o bisogni specifici) dovessero essere in numero maggiore rispetto al limite imposto dal bando, i partecipanti di fascia ISEE più alta sarebbero in esubero e verrebbero distribuiti nelle altre classi senza alcun vantaggio rispetto agli studenti “normodotati” con cui competerebbero in base al profitto scolastico e e all’ISEE, due indicatori solitamente entrambi sfavorevoli per questi studenti (dal punto di vista della resa scolastica per via delle loro necessità speciali, dal punto di vista dell’ISEE per via del fatto che erano stati esclusi dalla loro classe originaria in quanto “troppo benestanti”) .

A questo punto le classi, ordinate e tagliate (nel caso della classe B) verranno posizionate in sequenza A, B, C, D, E e F e questa sarà la graduatoria del Bando Estate INPSieme per i Soggiorni Studio in Italia rivolto agli studenti delle scuole medie (eccetto la classe prima) e superiori.

Nel prossimo articolo parleremo invece del Bando INPS per i Soggiorni Studio all’ Estero. Se pensate che questo sistema di calcolo sia complicato, vedrete cosa vi aspetta!

NON PERDERTI NEANCHE UN AGGIORNAMENTO, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *